Messaggistica Istantanea: quale App scegliere?

Abbiamo detto addio agli SMS (ormai da un po’), e dato il benvenuto a tutti i messaggi istantanei grazie a Whatsapp, Facebook Messenger,  Viber, fino a Telegram. Parole sostituite da emoji o gif, testi brevissimi, spesso con immagini e video, fino alle note vocali.

Qual è la miglior applicazione da usare?

Cerchiamo maggior sicurezza? Una miglior qualità audio? Più emoji? Oltre alla velocità, qualità, consumo di connessione, funzionalità e così via, è importare capire l’uso che se ne fa e chi dei nostri contatti usa cosa.

Whatsapp

Re indiscusso delle app di messaggistica istantanea, un freeware (un Software gratuito) per potersi messaggiare velocemente, ma non solo. Sono tantissime le funzionalità di Whatsapp Messenger (questo il nome ufficiale): si possono fare chiamate e video-chiamate; note vocali (senza più l’obbligo di tenere premuto il pulsante del microfono); inviare foto, video, audio, documenti; si possono creare chat di gruppo. E’ inoltre prevista la crittografia end-to-end che garantisce una maggior sicurezza e protezione dei dati. Tra i contro: l’incopatibilità con alcuni Tablet; la versione browser/desktop molto limitata; i dubbi sulla tutela della privacy che il Software offre.

Telegram

L’alternativa più nota a Whatsapp è Telegram: detentore (per poco) della crittografia end-to-end, app molto criticata per non saper garantire la sicurezza che prometteva (e non solo). Il sistema di messaggistica è molto simile a quello di Whatsapp, ma l’invio e la ricezione sono leggermente più rapidi, ha un miglior supporto browser/desktop ma non supporta le chiamate vocali o le video-chiamate.

Skype

Tra le funzionalità di Skype: chat (singole e di gruppo), messaggi vocali, chiamate, video, invio di messaggi da pc, condivisione dello schermo. Skype infatti, a differenza delle altre App, non è legato al tuo numero di telefono, ma alla tua email e all’ID utente.

Facebook Messenger

Messaggistica istantanea, chat di gruppo, chiamate e video-chiamate, invio di sms, messaggi vocali, tanto da far diventare quest’app un’applicazione a parte rispetto a Facebook (anche se per registrarsi è necessario avere un account Facebook).

Viber

Programma con diverse funzionalità (scambio di messaggi, chiamate, video-chiamate, gruppi) che però non è mai decollato a causa dello scarso numero di utenti.

 

Instagram

Stanno avendo sempre più successo le Stories, con tanto di sondaggi, e i direct (i messaggi diretti).