Quali tendenze seguire per il Web Design nel 2016?

tendenze-web-design-2016

Avere un sito web al giorno d’oggi non basta, non è più solo il biglietto da visita dell’azienda, ma deve essere anche un luogo dove i visitatori vengano coinvolti ed “emozionati”, grazie al racconto della nostra storia, di quello che facciamo, dei nostri prodotti etc.. Come possiamo rendere tutto questo e creare davvero una piattaforma online bella e performante?

Anche i trend web vanno seguiti, senza farsene troppo condizionare, ma bisogna essere consapevoli dei continui cambiamenti del web design, spesso dettati proprio dalle necessità stesse degli utenti che navigano su internet.

 


Trend Web Design

Durante tutto l’arco del 2015 ad esempio una delle tendenze che più si è affermata è stata sicuramente quella del responsive web design, vuoi un po’ perchè Google non ha fatto altro che ricordarcelo, con i nuovi aggiornamenti che privilegiano i siti mobile-friendly, vuoi perchè effettivamente il numero di persone che accedono online da smartphone sta crescendo vertiginosamente. Al giorno d’oggi non esiste azienda o brand che non voglia realizzare un sito seguendo tutte le ultime tendenze, ma a nostro parere bisogna cercare anche di far sì di avere una piattaforma che duri un po’ nel tempo e che anche fra 2 anni non rischi di apparire ormai desueta e antiquata.

Non abbiamo il dono di vedere nel futuro, ma possiamo comunque tentare di fare dei pronostici e delle proiezioni sulla base dei trend attuali.

1. Parola d’ordine originalità

Uno dei limiti di seguire “alla lettera” le ultime tendenze è sicuramente la mancanza di originalità, tutti i siti diventano uguali, seguendo certi modelli e tendono ad assomigliarsi. Frutto con ogni probabilità della moda massiva. Come possiamo evitare quindi questa sensazione del “già visto”? Sicuramente con molto impegno e bravi web designer, cercando di dare spazio alla loro creatività, certo nell’ambito degli ultimi trend,  ma senza doverli seguire per  forza alla lettera.

2. Flat Design

Lo stile del colore via via è passato da diverse sfumature ad uno stile più piatto, che sicuramente è apprezzabile e ottimale da dispositivo mobile, ma che in certi casi da desktop con risoluzioni maggiori risulta essere un po’ debole e non perfetto. Certamente l’uso di spazi vuoti e bianchi è fondamentale, ma in certi casi si può trasmettere una sensazione di “incompiuto”. Dovendo fare un pronostico è quasi certo che questo tipo di design minimale e pulito prevarrà, con scelte di colore chiare prevalentemente. Sicuramente un sito così potrà invecchiare meglio rispetto a tanti altri!

3. Scrolling vs Clicking?

Questa convinzione che ormai tutti gli utenti “scrollano” perchè navigano da mobile non deve essere presa per “oro colato”. Uno scroll infinito è sempre un’esperienza terribile per un utente e quindi da evitare in ogni caso! Impossibile però anche far stare tutto in una sola pagina, ma bisogna tenere conto che troppi scroll stancano comunque l’utente e fanno crollare l’interesse. Meglio usare “ancore-link” come tap to scroll.

4. Il Font

Ormai il web non è più limitato a determinati font, ma la “tipografia” che oggi abbiamo a disposizione è molto ampia e varia. A nostro parere nei prossimi anni vedremo ancora più consolidato questo aspetto, che potrà apportare ulteriore originalità al nostro progetto web.

Professionisti esperti e affidabili

Ci sono quindi diverse possibilità, ma in ogni caso bisogna capire chi siamo, a chi ci rivolgiamo e che tipo di prodotto/servizio offriamo. In base a questo possiamo cercare di fare le giuste scelte. Soprattutto affidandosi ad esperti e professionisti che sappiano realizzare il sito ideale per la tua azienda. Guarda i nostri progetti e scrivici se vuoi consigli per lo sviluppo del tuo portale.